Privacy Policy

Privacy Policy

In libreria

La Collana – In libreria
Visualizzazione di image1.PNG  Il libro. I sentimenti morali, secondo la teoria delle emozioni di William James, dipendono dallo sviluppo delle energie fisiche. La formazione del carattere richiede così una disciplina del corpo. Ma tale processo espressivo è sottoposto a tendenze imitative legate ad abiti e modelli sociali. Da qui l’esemplarità di certi individui capaci di ispirare la condotta degli altri. L’importanza dell’individuo non riguarda solo i tipi eccezionali, perché tutti noi viviamo al di sotto dei nostri limiti e abbiamo capacità che abitualmente non utilizziamo ma che, in certe circostanze – amore, disperazione, ira, fervore – possono liberare grandi energie. Ciò alimenta il nesso reciproco tra potenziali individuali d’azione e forze collettive, perché «la comunità ristagna senza l’impulso degli individui» mente «l’impulso si spegne senza il fervore della comunità». Nei saggi qui raccolti, scritti fra il 1880 ed il 1906, James identifica nella guerra la situazione in cui l’interdipendenza fra individuo e comunità scatena le forze più potenti e terribili. Si pone il problema di trovare equivalenti morali alla guerra, altrettanto potenti e capaci di  attrarre gli umani
William James. (1842 – 1910). Psicologo e filosofo statunitense, compì ad Harvard la sua formazione medica. Con lui la psicologia cessò si essere una filosofia della mente per divenire una scienza di laboratorio. Tenne ferma la sua idea di libertà del volere, anche in base alla sua esperienza del superamento di una lunga nevrastenia giovanile.. Nel 1890 apparvero i Principi di Psicologia, che assimilavano la scienza della mente alle discipline biologiche e trattavano pensiero e conoscenza come strumenti della lotta per la vita. Nel decennio 1893 – 1903 si dedicò a questioni filosofiche, pubblicando La volontà di credere (1897). Le Gifford Lectures sulla religione, tenute ad Edimburgo apparvero col titolo Le varie forme dell’esperienza religiosa (1902). Riflessioni sui fondamentali problemi della filosofia furono svolte in Pragmatismo (1907)  e in Il significato della vita (1909), dove il senso di qualsivoglia idea è riposto nelle conseguenze a cui conduce.  Ramón del Castillo.  Insegna filosofia contemporanea alla UNED di Madrid. E’ autore di numerose opere sulla cultura statunitense degli ultimi due secoli. Ha tradotto ed edito Pragmatismo e una sua introduzione a James è disponibile in italiano (RBA). Tra i suoi lavori: Varietes of American Ecstasy; James, Whitman y lsa religion americana; The Glass Prison; Portrait of an Anxiety Society; Estetas y Profetas; The comic mind of William James e James y el malestar de la cultura