Privacy Policy

Privacy Policy

Disponibile il numero XVII dei Quaderni

Siamo lieti di presentarvi  il primo numero dei Quaderni per l’anno 2016. Buona lettura!

Sostieni La Ginestra con il 5 per mille!

Svanita la possibilità per quest’anno di partecipare all’assegnazione del due per mille per scadenza dei termini d’iscrizione ho appurato però, grazie alla consulenza del Forum solidarietà di Parma, che i contribuenti possono sostenerci già da ora, con la prossima dichiarazione dei redditi, attraverso il 5 per mille, che può esserci destinato, in quanto l’associazione risulta iscritta già da anni all’elenco delle “Associazioni di promozione sociale”.

Mi rendo conto che molti dei destinatari della presente lettera avranno già destinato il loro cinque per mille a qualche ente di volontariato di loro fiducia. Comunque desidero segnalarti che anche la nostra associazione svolge un apprezzato lavoro educativo e di ricerca, che coinvolge decine di studiosi e studenti (universitari ma anche medi), e la stessa cittadinanza che da parecchi anni accede a una formazione filosofica qualificata e gratuita attraverso i corsi Pensare la vita.

Nel promemoria allegato, come nel sito la-ginestra.com, puoi trovare un elenco delle principali iniziative promosse in questi anni. Tutte si richiamano a una originale tradizione di pensiero di individualismo solidale che può avere importanti ricadute sulle pratiche del volontariato.

I contributi di enti pubblici e privati, le quote associative e le piccole donazioni che riceviamo non ci permettono di intraprendere queste numerose iniziative con il vigore che meritano. Per questo ti sollecito a prender nota, compatibil­mente con gli impegni già assunti, anche della nostra richiesta, o quanto meno di tenerne conto nei prossimi anni.

La procedura è assai semplice: nella casella del cinque per mille dovrai indicare soltanto il codice fiscale dell’associazione La ginestra: 92090790343, sufficiente a identificarla, e apporre la tua firma.

Il prossimo anno valuteremo se non sia più opportuno richiedere, come è possibile, l’attribuzione di entrambe le aliquote, il 5xmille, ma anche il due per mille, riservato alle sole associazioni culturali, e a cui abbiamo ugualmente titolo. Forse questa opzione, di cui ti terremo informato, potrebbe permettere ad alcuni dei destinatari di questa lettera di sostenerci senza rinunciare ad appoggiare, con il cinque per mille, le associazioni a cui l’hanno finora destinato.

Ti ringrazio in ogni caso dell’attenzione che ci riserverai, pregandoti di scusarmi se per una certa imperizia burocratica ti ho ripetutamente interpellato. A mia parziale discolpa devo dire che non è stato facile orientarmi in una materia fluida, dove gli stessi esperti non hanno (né danno) sempre un’informazione completa:

Un caro saluto

Ferruccio Andolfi

Noi e gli altri animali – con Donatella Gorreta

L’ottava e ultima lezione del corso di formazione Pensare la vita avrà luogo lunedì 18 aprile alle 18, presso il cinema Astra. Sarà protagonista la prof. Donatella Gorreta, docente di ruolo di Italiano e Storia alle scuole superiori ed esperta di Kant, Simmel e Schweitzer, nonché di animalismo filosofico.

L’intervento ruoterà intorno al concetto di solidarietà da una prospettiva nuova: quella del rapporto tra esseri umani e animali. Il tema della solidarietà può essere sviluppato su un terreno più vasto di quello sul quale si giocano i rapporti fra esseri umani, se solo ci si interroghi sul percorso storico-culturale che ha condotto l’umanità a definire se stessa in relazione, e in antitesi, alla pluralità di viventi classificati come “animali” e sulla tenuta concettuale ed etica di tale antitesi. L’intervento tenta di metterne in luce le criticità e di mostrare alcune proposte di attraversamento del confine tra il non univoco ‘noi’ umano e l’ancor meno univoco ‘loro’ animale.

pensare la vita gorreta

pensare la vita gorreta

Modera l’incontro Angelo Tartabini, professore di Psicologia evoluzionistica e Psicobiologia e neuroscienze cognitive presso l’Università di Parma.

Per ricevere la scheda coi testi scelti dalla relatrice scrivete a stampa.societaindividui@gmail.com